Il cantiere “La Nautica di Scotti” rinasce nella stagione 2006 gestito da Stefania Scotti, figlia del campione di motonautica Cesarino, morto tragicamente nella “Sei Ore di Parigi” del 1974.

Il cantiere si ripropone col suo nome storico: nasceva infatti per la prima volta negli anni ’60, prima come sede di rimessaggio e manutenzione, poi come sede della Scotti Craft, che costruiva barche da corsa per le maggiori classi fuoribordistiche.

Oggi “La Nautica di Scotti” torna ad occuparsi di rimessaggio, manutenzione, riparazioni, vendita attrezzature nautiche e imbarcazioni, con l’entusiasmo di una giovane imprenditrice e della sua famiglia ed è dotato di attrezzature moderne (argano, gru a lago, carroponte, boe, due pontili fissi e ampi pontili galleggianti).

I pontili d’attracco, riparati da una piccola ansa naturale in località Riva, sono posti a nord della banchina della navigazione di Faggeto Lario. L’approdo, di tipo galleggiante a “T”, risulta essere esposto a nord, ma ben protetto dai venti provenienti dai quadranti meridionali. La struttura è in grado di ospitare sino a 15 imbarcazioni. Sono inoltre disponibili una decina di boe poste in prossimità del molo.